CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Information & Communication Technology

Cerca nel blog

mercoledì 21 febbraio 2018

ICT. Liberalizzazione Modem: gli effetti sui costi delle tariffe Internet

Modem Libero: con la liberalizzazione possibili risparmi oltre il 50%

Con l'eventuale abolizione del modem obbligatorio contestuale all'attivazione delle tariffe ADSL e fibra a favore dell'acquisto del router separato dalle tariffe (sul tema Agcom ha avviato una consultazione pubblica) chi ha sottoscritto un'offerta Internet potrebbe risparmiare oltre il 50% della spesa attuale. 

Uno studio di SosTariffe.it fa luce su quanto ci costa oggi il modem di casa e quanto si risparmierebbe potendo scegliere un modem in autonomia. 

Tuttavia il 57% delle tariffe internet prevede un modem gratuito incluso.

In Italia non è sempre possibile per i consumatori scegliere liberamente il modem da utilizzare a casa, per connettersi da linea fissa e sfruttare l'abbonamento ADSL o Fibra acquistato. I vari operatori telefonici infatti, in alcuni casi, impongono agli utenti finali l'acquisto dei propri servizi in abbinamento a un modem Wi-Fi.

Da alcuni utenti questo potrebbe essere visto come un vero e proprio abuso contrattuale che costringe a navigare tramite l'apparecchio fornito dal gestore, su cui l'Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) intenzionata a intervenire, ha appena avviato una consultazione pubblica.

In un nuovo studio, SosTariffe.it ha stimato l'attuale spesa media totale per il modem obbligatorio e quanto si risparmierebbe se ciascun utente finale potesse usare un modem di proprietà. L'indagine ha analizzato i diversi costi previsti oggi per abbonamenti con router obbligatorio, opzionale o gratuito.

Le offerte con modem gratuito incluso sono le più diffuse

Il caso più diffuso è quello della tariffa che include un modem gratis. Per fortuna la maggior parte delle offerte veicolate dai provider (57%) offre il dispositivo in regalo ai propri clienti al momento della sottoscrizione di un abbonamento internet. In genere il valore medio degli apparecchi ricevuti in omaggio con queste tariffe è di 87,25 euro.

Quando viceversa il provider impone l'acquisto obbligatorio del router compreso nel pacchetto sottoscritto, in media questo viene venduto a 114 euro (di solito rateizzato in 12, 24 o 48 mesi e incluso in bolletta). Se scegliessimo di acquistarlo in soluzione separata, lo pagheremmo 56,50 euro. Ciò significa che acquistandolo a parte, in autonomia, risparmieremmo in percentuale il 50,4%, ossia 57,50 euro. Tra le attuali offerte sul mercato, le tariffe che impongono l'acquisto obbligatorio del modem sono solo il 35% del totale.

Un esiguo 9% delle offerte infine, prevede l'acquisto opzionale del modem. In questi casi il consumatore è libero di acquistare il router fornito dalla compagnia o meno. Se approfitta dell'occasione fornita dal provider, spenderà in media 147,60 euro. In caso contrario l'apparecchio gli costerà 64,50 euro, con un risparmio di 83,10 euro, pari al 56,3%.

La net neutrality, diritto riconosciuto dall'Ue

Ciascun utente ha diritto ad accedere al web in base al principio di neutralità della rete, la cosiddetta net neutrality, sancita dal Regolamento europeo n. 2120 del 2015. Che cosa significa? Come si legge nel testo: "Gli utenti finali dovrebbero avere il diritto di accedere a informazioni e contenuti e di diffonderli senza discriminazioni, tramite il loro servizio di accesso a internet. [...] I fornitori di tali servizi dovrebbero trattare tutto il traffico allo stesso modo, senza restrizioni o interferenze".

Pertanto gli utenti non dovrebbero essere mai costretti ad accettare il modem del provider cui si abbonano, ma viceversa dovrebbero godere di piena libertà di scelta dell'apparecchio da usare per connettersi, come specificato nel punto 5 dello stesso regolamento "I fornitori di servizi di accesso a Internet non dovrebbero imporre restrizioni all'utilizzo di apparecchiature terminali che collegano alla rete".

Il regolamento è vincolante per tutti i paesi UE, Italia compresa, ma a oggi non riceve ancora attuazione concreta nel nostro Paese. Pertanto l'Agcom, il Garante delle comunicazioni, ha avviato una consultazione pubblica di trenta giorni, in cui raccogliere pareri sull'argomento, online sul proprio sito dallo scorso 6 febbraio. Al termine del periodo previsto, l'Authority dovrebbe emanare un provvedimento teso ad adeguare il Belpaese ai principi europei di neutralità della rete.

In attesa dell'auspicata riforma, per individuare le offerte Internet per la casa dotate di modem gratuito è possibile utilizzare lo strumento di comparazione delle tariffe ADSL e fibra ottica con modem incluso di SosTariffe.it che permette di confrontare tutte le proposte delle principali compagnie attive in Italia: https://www.sostariffe.it/confronto-offerte-adsl/



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 17 febbraio 2018

Agos e Digital Magics: la startup Stip vince la Call4startup START&PULSE


Il Team Agos e dei Team delle startup finaliste all'evento finale di START&PULSE.
LA STARTUP STIP VINCE "START&PULSE": CALL4STARTUP DI AGOS E DIGITAL MAGICS

I 9 progetti finalisti hanno presentato le loro soluzioni tecnologiche innovative sulla "Customer Centricity", per innovare processi, servizi e prodotti orientandoli alla centralità del cliente e del consumatore finale. 


Milano, 17 febbraio 2018 - La startup Stip – software che automatizza tutte le attività manuali del CRM per permettere alle aziende di risolvere i problemi dei clienti ovunque si trovino, da un unico pannello di gestione, e ottenere dati e metriche per migliorare le decisioni strategiche – vince START&PULSE: Call lanciata da Agos, società finanziaria leader nel credito alle famiglie presente da oltre trent'anni sul mercato italiano e Digital Magics, il più importante incubatore di startup digitali "Made in Italy" attivo su tutto il territorio Italiano.

L'iniziativa si inserisce all'interno di «Start & Pulse», programma europeo di Open Innovation di Crédit Agricole Consumer Finance, capogruppo di Agos. La Call4startup aveva l'obiettivo di trovare le startup, con prototipi funzionanti e MVP (Minimum Viable Product), in grado di creare innovazione di processi, prodotti e servizi nell'ottica strategica della centralità del cliente ("Customer Centricity").

Durante la giornata di pitch nel campus di coworking Talent Garden Milano Calabiana la giuria di START&PULSE – formata dal management di Agos e Digital Magics – ha scelto Stip come migliore startup della Call tra i 9 progetti finalisti, selezionati fra le candidature inviate a https://www.startandpulse.io/agos/.

Stip ha vinto un premio di 5.000 Euro in servizi e potrà collaborare con l'Innovation Lab di Agos, per lo sviluppo di un progetto sperimentale di Open Innovation.

I finalisti di START&PULSE sono: 1trueid, Cikala, Dynamitick, EMOJ, Let.life, Mobysign, PIKKART, Red Beacon e Stip.

"La 'Customer Centricity' non è un semplice orientamento aziendale, ma è una vera leva di trasformazione per le aziende come Agos, in un ambito molto competitivo dove le startup nascono 'customer centric' dichiara Vincent Mouveroux, Condirettore Generale e Direttore Strategia Digitale di AgosNegli ultimi anni Agos ha puntato molto sullo sviluppo delle tecnologie innovative orientate al cliente. Lo sviluppo tecnologico e la possibilità di connettersi ovunque hanno, infatti, modificato il processo di fruizione di prodotti e servizi e, di conseguenza, anche il comportamento e le aspettative dei clienti, che diventano i veri protagonisti dell'esperienza di acquisto. In particolare, i clienti ci richiedono, sempre di più, contenuti personalizzati e soddisfazione immediata. Le interazioni vanno quindi ripensate partendo dal cliente e dalla sua esperienza con Agos".

"Innovare le relazioni e le connessioni con i propri clienti deve essere un driver costante che tutte le aziende devono seguire e ricercare, non solo un nuovo trend del digitale. Siamo convinti che la sinergia fra la startup vincitrice di 'START&PULSE' e Agos creerà nuovo valore aggiunto per entrambi – ha dichiarato Layla Pavone, Consigliere e Chief Innovation Marketing and Communication Officer di Digital Magics Lavorare con un'azienda internazionale come Agos, molto attiva e impegnata nell'innovazione tecnologica, ed essere stati scelti come partner in Italia per questo progetto di 'Open Innovation', sono per noi motivi di grande orgoglio".


Layla Pavone – Consigliere e Chief Innovation Marketing and Communication Officed di Digital Magics; 

--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 8 febbraio 2018

Cybersecurity: Dimension Data adotta Cisco Umbrella all’interno della propria strategia di cybersecurity


Dimension Data adotta Cisco Umbrella all'interno della propria strategia di cybersecurity

Umbrella blocca proattivamente le minacce prima che si verifichino sui sistemi interni e su qualsiasi dispositivo mobile usato dai dipendenti di Dimension Data.

Milano, 7 febbraio 2018 - Dimension Data, integrator tecnologico e fornitore di servizi gestiti globale da 8 miliardi di dollari, estende la protezione aziendale da ransomware, attacchi phishing, botnet e da tutti i tipi di software malevoli con Cisco® Umbrella, il primo Secure Internet Gateway (SIG) su cloud

La decisione di integrare Cisco Umbrella è frutto dell'esperienza diretta dell'azienda nella protezione dei propri 28.000 dipendenti e indirizza i requisiti dei propri clienti per supportare una crescente forza lavoro mobile.

Cisco Umbrella è una piattaforma cloud per la sicurezza che fornisce la prima linea di difesa contro le minacce di Internet.  

"Nell'attuale scenario dove le minacce sono in continua espansione, i potenti strumenti di sicurezza diventano critici per sostenere efficacemente la mobilità e il cloud. Grazie a Cisco® Umbrella, siamo in grado di bloccare proattivamente le minacce prima che si verifichino su qualsiasi dispositivo mobile, attraverso una soluzione integrata nell'infrastruttura esistente," commenta Chris Panzeca, Senior Director, Global Strategic Partner Sales, di Cisco.  

"Oggi la media degli utenti utilizza quattro dispositivi al giorno che, nei prossimi quattro anni, sono destinati ad aumentare fino a cinque dispositivi connessi," aggiunge Darren O'Loughlin, Group Chief Security Officer di Dimension Data. 

"Dal momento che un numero sempre maggiore di aziende vogliono trarre beneficio dalla forza lavoro mobile che sfrutta le piattaforme cloud, è sempre più necessario implementare misure adeguate per proteggere i dati, le infrastrutture, le applicazioni e gli utenti, indipendentemente dal luogo in cui si connettono o se sono al di fuori di una VPN. Questo è il motivo per cui abbiamo adottato Cisco Umbrella all'interno della nostra strategia di cybersecurity."

Sulla base di quanto emerso dall'NTT 2017 Global Threat Intelligence Report, gli attacchi diretti agli utenti costituiscono una delle principali minacce in ascesa per la cybersecurity. In linea con questa tendenza, la sicurezza si attesta al primo posto tra le priorità aziendali. Oggi più che mai, i leader nella sicurezza sono chiamati a dimostrare un reale ritorno degli investimenti realizzati nella sicurezza. Questo include il valore di business raggiunto attraverso la protezione, localizzazione e le misure di risposta continue.

Nel 2016, Dimension Data ha pubblicato il white paper Securing Workspaces for Tomorrow che analizzava come i dipendenti di tutto il mondo stiano già esigendo un ambito lavorativo più mobile, in grado di offrire la flessibilità necessaria per lavorare da qualsiasi posto, in qualunque momento e con qualsiasi dispositivo, per essere più produttivi e raggiungere così un migliore equilibrio vita-lavoro.  

"Ciò nonostante," conclude Matthew Gyde, Group Executive – Security, di Dimension Data, "Se da un lato l'endpoint mobile rappresenta un potenziale punto di svolta per le aziende, dall'altro espone i lavoratori mobile a rischi e vulnerabilità. Gli tenti mobile, infatti, potrebbero non avere lo stesso livello di sicurezza che hanno all'interno del perimetro aziendale e sono molto più vulnerabili ai cyber attacchi. Con Cisco Umbrella, le minacce esterne al perimetro di rete possono essere bloccate."


Dimension Data
Fondata nel 1983, oggi Dimension Data è un leader globale da 8 miliardi di dollari nella progettazione, gestione e ottimizzazione degli attuali ambienti tecnologici mutevoli per consentire ai propri clienti di sfruttare i dati dell'era digitale, trasformarli in informazioni e ottenere una visione chiara.
Con sede a Johannesburg e 28.000 dipendenti in 46 paesi, Dimension Data riunisce la migliore tecnologia al mondo offerta dai leader di mercato e dagli innovatori di nicchia – dai servizi di consulenza, tecnologici e di supporto fino a servizi completamente gestiti.
Dimension Data è un orgoglioso membro di NTT Group


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 7 febbraio 2018

FREE MODEM ALLIANCE: nasce la coalizione a difesa della libertà di scelta del modem libero

FREE MODEM ALLIANCE: nasce la coalizione a difesa della libertà di scelta del modem libero

Nasce la "FREE MODEM ALLIANCE", neocostituita alleanza di scopo che riunisce al suo interno AIIP, AIRES Confcommercio, ALLNET, ASSOPROVIDER, MDC, VTKE, e ModemLibero.it, a tutela della net neutrality e del diritto di ciascun cittadino di scegliere quali beni acquistare e di quali servizi usufruire, con particolare riferimento alla scelta dei dispositivi di telecomunicazione ad uso privato o professionale.

Le attuali pratiche commerciali di buona parte dei principali operatori delle telecomunicazioni in Italia violano il diritto degli utenti di scegliere liberamente gli apparati di collegamento ad Internet, come i Modem Router. 
Diritto sancito nel Regolamento Europeo sulla net neutrality (EU 2015/2120) e volto a garantire la competitività e l'innovazione sul mercato, con l'effetto di ridurre i prezzi e promuovere l'evoluzione tecnologica.
La libera scelta non implica solo il diritto di collegare alla rete un terminale acquistato, ma anche quello di poter utilizzare tutti i servizi che l'utente, professionista o consumatore, ha sottoscritto nel contratto con l'operatore di rete. 
La connessione Internet e la linea telefonica devono quindi essere disponibili anche se l'utente sceglie liberamente il proprio Modem Router, anziché quello imposto da un operatore di rete. 
Non esiste infatti, ad oggi, nessun valido motivo per cui un Modem Router non possa essere sostituito da un altro, purché entrambi rispondenti a standard universalmente riconosciuti.
Ne beneficia anche la privacy dell'utente, poiché solo un terminale "libero" assicura la riservatezza di tutti i dati che circolano sulla rete locale privata.
L'Alleanza intende sostenere la libera scelta dei dispositivi terminali e garantire l'accesso a un Internet aperto sensibilizzando i consumatori su ciò che è in loro potere, ovvero rivendicare un diritto universalmente riconosciuto, quello della libertà di scelta.

L'Associazione Italiana Internet Provider (AIIP), l'Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati (AIRES Confcommercio), il distributore ad alto valore aggiunto ALLNET, l'Associazione dei Provider Indipendenti (ASSOPROVIDER), il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) e l'Associazione dei Produttori di Terminali di Telecomunicazioni (VTKE) hanno deciso di allearsi in nome di questi principi.

L'alleanza anticipa la prossima conferenza stampa alla Camera dei Deputati, che si terrà il prossimo 20 febbraio, ore 14.30, organizzata dall'On. Ivan Catalano, che in diverse occasioni ha posto tali temi all'attenzione delle Istituzioni, anche tramite interrogazioni parlamentari.

Parte integrante dell´alleanza è ModemLibero.it, un progetto volto a informare i consumatori italiani e a difendere il loro diritto alla libertà di scelta del router, dando voce in modo trasparente e indipendente a quanti – cittadini, associazioni, aziende – condividono l'urgenza di un cambio di passo, per rendere il servizio universale di accesso a internet in Italia più democratico.


--
www.CorrieredelWeb.it

Linkem: finanziamento di 60 milioni di euro da BEI e CDP

LINKEM: FINANZIAMENTO DI 60 MILIONI DI EURO DA BEI E CDP

· L'accordo è finalizzato a sostenere l'ultima fase di espansione infrastrutturale dell'azienda, che oggi copre il 65% del territorio nazionale

·  Nel 2017 Linkem ha superato la soglia dei 500 mila clienti e i 100 milioni di euro di fatturato

·  Cassa depositi e prestiti (CDP) garantisce il 50% del finanziamento

Roma, 7 febbraio 2018 – Linkem e la Banca europea per gli investimenti (BEI) hanno sottoscritto un contratto di finanziamento a lungo termine per un importo complessivo di 60 milioni di euro, in due tranche. 

Cassa depositi e prestiti sarà garante di una delle tranche, pari al 50% delle somme. L'investimento è finalizzato al sostegno dell'ultima fase di espansione territoriale dell'operatore di telecomunicazioni leader nel settore dei servizi di accesso internet a banda larga senza fili.

Con questo finanziamento, che si aggiunge alla preesistente linea a lungo termine erogata dalle banche di relazione Banco BPM e Intesa SanPaolo, Linkem completa il funding del piano di sviluppo della propria rete infrastrutturale, che già oggi copre circa il 65% del territorio nazionale.

L'accordo sul contratto di finanziamento con BEI è stato concluso anche alla luce dei positivi risultati del 2017, che vedono Linkem raggiungere la quota di oltre 500 mila clienti, consolidando la propria posizione di leader del settore dei servizi di accesso internet a banda larga senza fili, superando i 100 milioni di euro di fatturato.

"La conclusione di un accordo con interlocutori rilevanti come la Banca europea per gli investimenti e Cassa depositi e prestiti è un'ulteriore conferma della rilevanza che abbiamo assunto in questi anni nel settore delle telecomunicazioni", ha commentato Davide Rota, amministratore delegato di Linkem fin dalla sua fondazione. "L'operazione evidenzia come Linkem sia un'azienda solida, tecnologicamente all'avanguardia e finanziariamente equilibrata, pronta a cogliere tutte le opportunità di un mercato in forte crescita".

Massimo Ballerini, in precedenza CFO dell'azienda e oggi impegnato su operazioni di Sviluppo, ha affermato: "Gli importanti investimenti di equity effettuati negli anni dai Soci storici Leucadia e Ramius, accelerati dall'ingresso di Blackrock avvenuto lo scorso anno, e nel tempo integrati in misura crescente da operazioni di finanziamento strutturato, sono gli elementi fondanti della robusta ossatura finanziaria di Linkem, che si presenta coerente con i programmi di crescita dell'azienda".

***

Linkem, provider Internet di banda larga e ultra larga per le famiglie e le imprese italiane, è oggi l'operatore di telecomunicazioni leader in Italia nell'ambito del Fixed Wireless Access con il 47,3% di market share del comparto. Fondata nel 2001, Linkem, possiede una rete di accesso di tipo 4,5 G-Advanced interamente di proprietà con cui copre oltre il 65% della popolazione e con cui si propone di portare il servizio di connessione Internet senza fili e senza linea fissa in tutte le aree del Paese. 

Già presente in 19 delle 20 città metropolitane, ha raggiunto nel 2016 anche la città di Roma dove ha realizzato la più estesa rete radio a 3,5 GHz d'Europa. Linkem detiene frequenze licenziate all'interno dello spettro considerato ad oggi, a livello internazionale, banda pioniera per lo sviluppo di applicazioni 5G.


--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 6 febbraio 2018

I nuovi videoproiettori laser Epson a ISE 2018


A ISE 2018, Epson presenta il suo primo videoproiettore laser da installazione con tecnologia 3LCD e risoluzione 4K

Nel corso della giornata di apertura della fiera vengono presentate anche altre nuove soluzioni per l'ufficio, il settore AV e il signage.

Cinisello Balsamo, 6 febbraio 2018 - Epson presenta a ISE 2018 (stand H90/padiglione 1) il suo primo videoproiettore con risoluzione nativa 4K: EB-L12000Q, un potente videoproiettore laser 3LCD da 12.000 lumen progettato per il noleggio professionale e per le installazioni fisse durante eventi, festival, luoghi di attrazione, grandi auditorium, fiere e centri commerciali. Su questo modello è possibile montare le ottiche compatibili con la tecnologia 4K utilizzate dai videoproiettori della serie Epson EB-L1000, garantendo così un'elevata versatilità.
Il suo lancio è accompagnato anche dalla presentazione del modello complementare, EB-L20000U, il primo videoproiettore Epson WUXGA compatto da 20.000 lumen. Caratterizzati da un case perfettamente inseribile nei telai di supporto standard di settore, entrambi i modelli possono essere integrati con facilità nell'infrastruttura esistente, offrendo elevati livelli di affidabilità e flessibilità, facilità di installazione e proiezione da qualsiasi angolazione, anche in verticale.
Sempre nel corso della prima giornata della fiera viene presentato anche EV-100, un nuovo tipo di videoproiettore che rafforza la presenza di Epson nel settore del signage e dell'illuminazione. Silenzioso ed elegante, questo modello da 2.000 lumen si integra perfettamente negli spazi in cui è inserito e può essere utilizzato sia come videoproiettore sia come faretto in ambienti che richiedono la massima cura e pulizia dal punto di vista estetico, tra cui showroom, vetrine di negozi, mostre presso musei ed eventi all'interno di gallerie. EV-100 può anche essere utilizzato per proiettare informazioni, video, pattern in movimento e persino immagini di projection mapping su oggetti di piccole dimensioni.
Sempre nella cornice di ISE 2018, Epson presentato una nuova gamma di videoproiettori laser 3LCD pensati appositamente per sale riunioni, aule scolastiche e luoghi di attrazione. Progettati in sostituzione dei videoproiettori con lampada impiegati in ambienti che richiedono soluzioni da 4.500-6.000 lumen, i videoproiettori EB-L615U, EB-L610U, EB-L610W, EB-L510U ed EB-L400U offrono numerose funzionalità, sia nei modelli entry-level sia in quelli di categoria superiore, tra cui la connettività HDBaseT e lo Screen Mirroring.
Epson presenta anche il nuovo software Professional Projector Tool, un'utility compatibile con i videoproiettori da installazione laser di Epson che semplifica e velocizza l'installazione di più dispositivi, consentendo di sfruttare i vantaggi offerti da tecnologie come l'Edge Blending e il Projection Mapping.
Nei giorni della fiera questi nuovi videoproiettori possono essere visti in azione all'interno di scenari reali. Epson presenta anche alcune delle sue soluzioni di video mapping più spettacolari, dando vita a una storia coinvolgente e colorata grazie all'unione in Edge Blending delle immagini proiettate da più videoproiettori EB-L25000U affiancati.
Carla Conca, Sales Manager Visual Instruments di Epson Italia, ha dichiarato: "Il lancio del nostro primo videoproiettore da 25.000 lumen, avvenuto due anni fa, ha segnato un grande momento per noi. Tuttavia, la presentazione del primo videoproiettore 4K di Epson supera in importanza l'evento precedente. Con le sue tecnologie all'avanguardia, EB-L12000Q ci porta direttamente nel settore della proiezione ad altissima risoluzione. Questo modello fa parte della nostra gamma di soluzioni audio-video professionali, insieme a un nuovo modello compatto da 20.000 lumen e ad altre unità innovative per il signage e per le sale riunioni. Grazie al software messo a punto da Epson, inoltre, le tecniche di proiezione avanzata saranno a disposizione di tutti gli utenti fin da subito."


Epson presenta il primo videoproiettore da installazione laser con tecnologia 3LCD e risoluzione 4K insieme a un nuovo modello compatto con risoluzione WUXGA da 20.000 lumen
Sinonimo di elevata affidabilità, le nuove soluzioni laser supportano le attuali ottiche compatibili con la risoluzione 4K di Epson per una maggiore integrazione.
Cinisello Balsamo, 6 febbraio 2018 - Epson presenta due nuovi videoproiettori da installazione laser con tecnologia 3LCD: si tratta di EB-L12000Q, il primo videoproiettore 3LCD da 12.000 lumen con risoluzione nativa in 4K del settore(¹), ed EB-L20000U, il primo videoproiettore Epson nel settore dei dispositivi da installazione compatti con risoluzione WUXGA e luminosità di 20.000 lumen. Queste soluzioni ampliano ulteriormente la gamma Epson nel campo del noleggio di soluzioni audio-video professionali e trovano larga applicazione durante eventi, festival e fiere o all'interno di grandi auditorium, luoghi di attrazione e centri commerciali. Inoltre, possono essere utilizzati anche in ufficio o negli ambienti di formazione.
Dotati dello stesso case, EB-L12000Q ed EB-L2000U si contraddistinguono per il loro design leggero e compatto che li rende facilmente integrabili nell'infrastruttura esistente. Su entrambi i modelli è anche possibile montare le ottiche compatibili con la risoluzione 4K utilizzate nei videoproiettori Epson della serie EB-L1000, quindi non occorre sostituire le lenti per adottare la tecnologia 4K nelle proprie installazioni, evitando così ulteriori costi. I due videoproiettori, inoltre, supportano l'imaging HDR tramite PQ e HLG.
Il case compatto non è l'unico vantaggio in termini di installazione: grazie al loro particolare design, questi due videoproiettori possono essere installati anche in corrispondenza di superfici angolari e consentono di proiettare immagini da qualsiasi angolazione, inclusa la modalità verticale. La telecamera integrata supporta funzionalità di diagnostica e impostazione in remoto e, se utilizzata insieme al nuovo software Epson Professional Projector Tool, permette di configurare installazioni basate su più unità, sfruttando al meglio tecnologie avanzate come l'Edge Blending e il Projection Mapping. Per quanto riguarda l'interfaccia, le sue schede intercambiabili assicurano non solo una maggiore flessibilità, ma anche il supporto di nuove interfacce e di standard di trasmissione futuri.
Grazie alla struttura perfettamente sigillata e alla ruota al fosforo in materiale inorganico di cui sono dotati, i nuovi videoproiettori offrono la massima affidabilità, accompagnata dalla garanzia Epson di 5 anni/20.000 ore, e possono essere posizionati anche in aree di difficile accesso dal momento che non richiedono alcuna sostituzione della lampada.
Carla Conca, Sales Manager Visual Instruments di Epson Italia, ha dichiarato: "Il passaggio al 4K è molto importante per Epson, quindi volevamo che tutto andasse per il meglio. Con EB-L12000Q abbiamo centrato l'obiettivo: oltre a un'incredibile risoluzione, questo videoproiettore offre anche una serie di funzionalità espressamente richieste dai clienti che operano nel campo del noleggio e delle installazioni, tra cui la compatibilità con le ottiche precedenti e l'interfaccia con schede intercambiabili. Il modello EB-L20000U, altrettanto importante per noi, è il primo videoproiettore Epson nella categoria delle soluzioni compatte con risoluzione WUXGA e luminosità di 20.000 lumen. Questo videoproiettore offre le stesse funzionalità dei modelli in 4K, quindi si integra facilmente nelle installazioni esistenti."
EB-L20000U sarà disponibile da novembre 2018, mentre EB-L12000Q sarà in vendita a partire da gennaio 2019.
(1) Dati aggiornati a ottobre 2017

Caratteristiche principali
EB-L20000U
EB-L12000Q
Luminosità
20.000 lm
12.000 lm
Risoluzione nativa
WUXGA
4K
Rapporto di contrasto nativo
2.500:1
1.200:1
Compatibilità con il software Epson Projector Professional Tool
Telecamera integrata ad alta risoluzione per diagnostica e configurazione
Nuova ottica ultra-corta con zoom
Edge Blending e correzione geometrica in automatico
Interfaccia con schede intercambiabili per un'installazione flessibile
Supporto della tecnologia HDR (tramite PQ e HLG)
Opzioni di connessione flessibili, tra cui HDBaseT, HDMI, DVI e Component
Semplice installazione a 360° e proiezione da qualsiasi angolazione
Compatibilità con l'ingresso 12G-SDI
-
Compatibilità con BarcoLink
Modalità colore BT.709 e Naturale
Unità ottica sigillata contro polvere e fumo
 
Epson presenta un nuovo videoproiettore WXGA da 2.000 lumen per l'illuminazione d'accento, specifico per spazi commerciali, gallerie e musei
Caratterizzato da un basso rumore visivo, LightScene EV-100 si integra perfettamente all'interno degli spazi espositivi, oltre a essere semplice da installare e da utilizzare.
Cinisello Balsamo, 6 febbraio 2018 - Epson presenta LightScene EV-100, una nuova tipologia di videoproiettore che rafforza ed espande la presenza dell'azienda nel settore del signage e dell'illuminazione. Elegante e silenzioso, questo videoproiettore WXGA da 2.000 lumen (disponibile con case bianco o nero) si integra perfettamente all'ambiente in cui è inserito e può essere utilizzato anche come faretto, senza distogliere l'attenzione del pubblico dall'oggetto in mostra.
Con il suo design discreto, LightScene EV-100 è ideale per l'installazione in ambienti che richiedono la massima cura e pulizia dal punto di vista estetico, tra cui showroom, vetrine di negozi, mostre presso musei e installazioni artistiche. Ma non solo: può anche essere utilizzato per proiettare informazioni, video, pattern in movimento e persino immagini di projection mapping su oggetti di piccole dimensioni.
Carla Conca, Sales Manager Visual Instruments, di Epson Italia, ha dichiarato: "Con LightScene EV-100, Epson entra in una nuova categoria di videoproiettori e consolida ulteriormente la propria gamma di soluzioni laser per il signage. Dal punto di vista estetico, il suo design elegante si integra alla perfezione e non costituisce un elemento di disturbo visivo. Le prestazioni, la versatilità e l'affidabilità non risultano affatto compromesse."
Grazie alla flessibilità della tecnologia laser di cui è dotato, EV-100 consente di proiettare immagini da qualsiasi angolazione e può essere installato in vari modi (a soffitto, a pavimento mediante apposito supporto o fissato a un sistema di illuminazione a binario(¹)) senza richiedere l'intervento di un tecnico specializzato per la sua installazione o configurazione. Questo nuovo modello proietta anche in verticale e supporta la funzione di Edge Blending per la proiezione di un'unica immagine di grandi dimensioni attraverso l'affiancamento di più videoproiettori.
LightScene EV-100 è fornito insieme al software Epson Projector Content Manager, che consente di caricare facilmente una o più playlist tramite scheda SD e di passare da un contenuto all'altro utilizzando il telecomando, senza che sia necessario un PC. Con il software è anche possibile aggiungere effetti in sovrapposizione (ad esempio filtri per colore e forme) in modo da proiettare immagini colorate e irregolari, oltre a creare e modificare playlist, programmi e filtri personalizzati.
Come tutti gli altri videoproiettori laser Epson, EV-100 assicura la massima affidabilità e un'elevata resistenza alla polvere grazie alla sua struttura senza filtro perfettamente sigillata, il tutto accompagnato da una garanzia di 5 anni/20.000 ore.
Il videoproiettore LightScene EV-100 sarà disponibile da giugno 2018.
(1) Il supporto a pavimento e il sistema a binario potranno essere acquistati separatamente come accessori
Caratteristiche principali
EV-100
EV-105
Colore del case
Bianco
Nero
Sorgente luminosa laser con funzionamento fino a 20.000 ore senza manutenzione e garanzia di 5 anni
Risoluzione WXGA per immagini nitide e facilmente leggibili
Tecnologia Epson 3LCD per immagini di qualità eccezionale
Rapporto di contrasto dinamico di oltre 2.500.000:1
Resa luminosa dei colori di 2.000 lumen
Struttura senza filtro sigillata contro le infiltrazioni di polvere per un'elevata affidabilità
Immagini di dimensioni scalabili da 30 a 133" per proiezioni di grande impatto con testi facilmente leggibili e un'elevata versatilità
Installazione flessibile con rotazione di 360° in qualsiasi direzione e supporto della proiezione in verticale
Riproduzione dei contenuti senza collegamento al PC mediante scheda SD
Controllo tramite web browser o iProjection grazie al cavo di rete LAN (RJ45)
Programmazione di una o più playlist per la riproduzione durante la giornata e gestione dei contenuti tramite telecomando
Software Epson Projector Content Manager per creare e modificare playlist, programmi e filtri personalizzati
Funzione OSD Control Pad per regolare le impostazioni del videoproiettore tramite browser o dispositivi mobile
Proiezione 3LCD senza effetto arcobaleno (visibile invece sui videoproiettori DLP a 1 chip)
Modalità faretto per l'utilizzo del videoproiettore EV-100 come luce
Effetti in sovrapposizione (tra cui filtri colore e forme) per la proiezione di immagini colorate e irregolari
 
Con il nuovo software Epson Professional Projector Tool, configurazione semplice e rapida di più videoproiettori nell'ambito di un'installazione
Il nuovo software semplifica anche l'uso delle tecnologie più avanzate, come l'Edge Blending e il Projection Mapping.
Cinisello Balsamo, 6 febbraio 2018 - Epson presenta Professional Projector Tool, una nuova utility software gratuita per i videoproiettori da installazione laser con tecnologia 3LCD, che semplifica e velocizza l'implementazione di più videoproiettori, offrendo la possibilità di sfruttare tecnologie all'avanguardia come l'Edge Blending e il Projection Mapping.
Professional Projector Tool è compatibile con i videoproiettori da installazione a listino, inclusi i modelli EB-L25000U, EB-L1500U ed EB-L1700U, oltre che con i nuovi modelli EB-L20000U ed EB-L12000Q presentati oggi.
Epson Professional Projector Tool è progettato per essere utilizzato insieme ai videoproiettori da installazione dell'azienda giapponese, soprattutto per le applicazioni nel settore del noleggio, ma è ideale anche per le installazioni fisse. Grazie a questo software, è possibile regolare la messa a fuoco o la posizione della lente in remoto e controllare le funzioni di base del videoproiettore, come l'accensione, lo spegnimento o la visualizzazione di un'immagine di prova.
La sua interfaccia grafica, logica e diretta consente di modificare il layout delle immagini semplicemente trascinando e rilasciando i singoli videoproiettori nell'utility, utilizzare funzioni come l'Edge Blending su più videoproiettori o proiettare immagini sugli oggetti mediante la tecnica del Projection Mapping, il tutto con la massima facilità.
Carla Conca, Sales Manager Visual Instruments, di Epson Italia, ha dichiarato: "Vogliamo che i clienti sfruttino al meglio i nostri videoproiettori, con un approccio orientato alla semplicità e, basandoci sul feedback fornito dalle principali società di noleggio di tutto il mondo, abbiamo preso atto della necessità di uno strumento che consenta loro di ridurre i tempi di configurazione. È quindi nato Professional Projector Tool, un nuovo software intuitivo e facilmente accessibile che consente di utilizzare con facilità tecnologie avanzate che in precedenza richiedevano una lunga formazione prima di poter essere implementate correttamente."
Il software Professional Projector Tool è disponibile sul sito web di Epson per i modelli EB-L25000U, EB-L1500U ed EB-L1700U. Sarà inoltre compatibile con i videoproiettori EB-L20000U ed EB-L12000Q al momento della loro introduzione sul mercato.

Caratteristiche principali:
  • Software Epson per l'utilizzo con più videoproiettori da installazione laser
  • Scaricabile gratuitamente sul sito web di Epson
  • Nessuna telecamera esterna richiesta per la calibrazione del colore e la regolazione della luminosità (viene utilizzata la telecamera integrata nel videoproiettore)
  • Proiezione in Edge Blending di un'unica immagine visualizzata da più videoproiettori affiancati
  • Supporto delle funzioni di Projection Mapping di base mediante più videoproiettori
  • Modifica del layout dell'immagine tramite il drag-and-drop dei singoli videoproiettori nell'interfaccia grafica dell'utility
  • Regolazione geometrica e dei colori in tempo reale su più videoproiettori, il tutto in modo semplice e rapido
  • Regolazione in remoto della messa a fuoco o della posizione della lente
  • Correzione della distorsione dell'immagine in caso di proiezione su superfici curve o ad angolo grazie alla funzionalità di regolazione geometrica
  • Riduzione delle differenze di tonalità dei colori tra le immagini con l'apposita funzione per garantire l'uniformità dei colori
  • Funzioni base di controllo del videoproiettore (ad esempio accensione e spegnimento o visualizzazione di un'immagine di prova)
  • Regolazione di numerose impostazioni dell'immagine, tra cui contrasto dinamico, luminosità, modalità colore e bilanciamento del bianco
 
Epson annuncia una nuova gamma di videoproiettori laser entry-level per sale riunioni e aule
I nuovi videoproiettori da installazione con luminosità da 4.500 a 6.000 lumen offrono molte funzionalità utili e sono altamente affidabili.
Cinisello Balsamo, 6 febbraio 2018 - Epson presenta una nuova gamma di videoproiettori laser 3LCD per sale riunioni, aule e luoghi di attrazione. Progettati in sostituzione dei modelli con lampada impiegati in ambienti che richiedono soluzioni da 4.500-6.000 lumen, i videoproiettori EB-L615U, EB-L610U, EB-L610W, EB-L510U ed EB-L400U si caratterizzano per il loro design moderno e compatto, più piccolo e leggero rispetto ad altre unità con luminosità analoga(¹).
Dai convenienti modelli entry-level a quelli di categoria superiore, questi videoproiettori offrono numerose funzionalità, tra cui la connettività HDBaseT, lo Screen Mirroring e lo scorrimento della lente, rispondendo così a ogni esigenza specifica.
Carla Conca, Sales Manager Visual Instruments di Epson Italia, ha dichiarato: "Oggi sono sempre di più le aziende e gli enti di formazione che passano da un videoproiettore con lampada a un modello laser. I nostri principali clienti chiedono a gran voce unità laser entry-level con luminosità compresa tra 5.000 e 6.000 lumen e noi li abbiamo ascoltati. I vantaggi sono evidenti: più affidabilità e versatilità a fronte di una minore manutenzione."
Grazie alla tecnologia laser e alla sua flessibilità, questi nuovi videoproiettori laser Epson possono essere montati anche in corrispondenza di superfici angolari e proiettano contenuti da qualsiasi angolazione, oltre a offrire numerose opzioni di connettività, tra cui HDMI, HDBaseT e Screen Mirroring(²). Lo scorrimento della lente, inoltre, agevola le nuove installazioni e incentiva la sostituzione dei videoproiettori con lampada a favore dei modelli laser. La ruota al fosforo in materiale inorganico e l'unità laser perfettamente sigillata per evitare infiltrazioni di polvere assicurano un'elevata affidabilità, il tutto accompagnato da una garanzia di 5 anni/20.000 ore.
I videoproiettori EB-L615U, EB-L610U, EB-L610W, EB-L510U ed EB-L400U saranno disponibili da giugno 2018.
(1) Dati aggiornati a novembre 2017.
(2) Screen Mirroring disponibile solo sui modelli EB-L615U ed EB-L610U.

Caratteristiche principali
EB-L615U
EB-L610U
EB-L610W
EB-L510U
EB-L400U
Luminosità
6.000 lm
6.000 lm
6.000 lm
5.000 lm
4.500 lm
Colore del case
Nero
Bianco
Bianco
Bianco
Bianco
Risoluzione nativa
WUXGA
WUXGA
WXGA
WUXGA
WUXGA
Connettività HDBaseT
-
-
Fino a 20.000 ore di funzionamento senza interventi di manutenzione
Opzioni di connessione flessibili (tra cui HDMI e HDBaseT)
Semplice installazione a 360° e proiezione da qualsiasi angolazione
Screen Mirroring
-
-
-
Copertura posteriore per nascondere cavi e connettori
-
Scorrimento della lente
-





--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *